JAC presenta il progetto “3D livingreen” alla Maker Faire  di Roma 2019.

Il 18 ottobre 2019 JAC presenterà alla Maker Faire di Roma 2019, il più grande evento europeo dedicato all’innovazione, il progetto 3D livingreen, realizzato dagli studenti del secondo anno dei corsi di  Industrial Design & Innovation Technology e Green building design. l’innovazione tecnologica e digitale sono al centro dell’esperienza formativa di JobsAcademy, che favorisce anche momenti di condivisione e di co-working, dove i ragazzi hanno l’opportunità mettere in pratica quanto appreso durante le lezioni per dare vita a nuove idee e progetti. Dopo il braccio robotico presentato l’anno scorso, quest’anno i ragazzi di JAC si sono cimentati in una nuova sfida, il progetto “3D livingreen”, che unisce  la tecnologia della stampa 3D al mondo dell’edilizia sostenibile, nato in collaborazione con aziende del territorio per il progetto ITS 4.0 promosso dal MIUR.

Progetto “3D livingreen”: come nasce e di cosa si tratta

Il progetto nasce e si sviluppa a Bergamo, città in cui l’edilizia è sempre stato un settore portante,  mettendo in relazione aziende diverse accomunate da una mission comune, introdurre tecnologie costruttive all’avanguardia che impattino positivamente sull’efficienza energetica e sulla sostenibilità ambientale. Il futuro necessita di essere sostenibile e il progetto sviluppato dai ragazzi di JAC a cuore proprio questo tema, “Essere Green“, operando con un atteggiamento di consapevolezza sulla sostenibilità in funzione di una una costante innovazione  tecnologica. progetto livingreen studenti Partecipare alla Maker Faire di Romarappresenta un’opportunità per i ragazzi di vivere un’esperienza concreta in stretta collaborazione con le aziende e di mettersi in gioco con un progetto generato dalle diverse esperienze vissute durante i due anni di formazione in JobsAcademy. progetto livingreen panoramica

Il progetto ITS 4.0: un ponte tra scuola e impresa

“3D livingreen” è figlio del progetto ITS 4.0, che ha l’obiettivo di creare un ponte tra scuola e impresa, focalizzato sulla sperimentazione e la praticità, durante i due anni di biennio post diploma, così da consentire agli studenti degli ITS e agli imprenditori coinvolti di gestire fianco a fianco il processo di innovazione.

La collaborazione con le aziende bergamasche partner del progetto, ha visto la partecipazione di: Vanoncini Spa, azienda specializzata nell’edilizia sostenibile integrata, Wasp, leader nel settore della stampa 3D e realizzatrice della unità abitativa stampata in 3D e di Cobaty, associazione interprofessionale per le costruzioni, l’urbanistica e l’ambiente.