Regione Lombardia per garantire la “libertà di scelta”

Pubblicato il 17 Febbraio 2020 Categoria:

Regione Lombardia per garantire la “libertà di scelta”

Durante la  vita scolastica, tante volte accade che gli studenti si trovino di fronte a mettere in discussione i propri desideri a fronte di una realtà per cui non è immediatamente possibili realizzarli.

Diventa fondamentale, dunque, garantire la libertà di scelta ai giovani che vivono un percorso scolastico o professionale, mettendo al centro ciò che desiderano, le loro domande, attraverso un percorso educativo concreto.

Proprio per tutte quelle situazioni in cui la parola “studiare” incontra mille ostacoli nella realtà, Regione Lombardia è intervenuta con un’importante iniziativa che lancia un segnale a tutto il territorio italiano.

Notizia di pochi giorni fa, riguarda l’approvazione di un finanziamento da 59 milioni di euro per sostenere il diritto allo studio di 230mila giovani lombardi con l’obiettivo, di “garantire la libertà di scelta”.

Le parole del Presidente della Regione: fiducia agli ITS

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha sottolineato l’importanza di questo importante investimento, e di quanto gli istituti tecnici superiori, tra cui spicca JobsAcademy, siano il motore che può rivoluzionare il sistema educativo e professionale italiano.

“Da sempre – ha sottolineato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana – sosteniamo il mondo della scuola e in particolare i percorsi di formazione professionale che sono un punto di forza della nostra offerta didattica. In questo ambito, così come negli Istituti che consentono di imparare a lavorare mentre si studia e di studiare mentre vengono svolte esperienze di lavoro, siamo molto attivi e guardiamo con interesse agli Istituti Tecnici Superiori, al termine dei quali l’86% trova un’occasione di occupabilità”.

Il Presidente ha anche aggiunto: “Vogliamo colmare quel gap più volte segnalato dagli imprenditori che – ha aggiunto – pur volendo assumere personale, incontrano difficoltà nel trovare giovani formati adeguatamente in grado di rispondere ai requisiti professionali che ricercano“.

Un forte segnale di consapevolezza verso gli ITS, che costituiscono un canale diretto tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro.

Ad oggi, in Italia, ci sono circa 15.000 studenti iscritti in questi percorsi, dati ben lontani dalla Germania, paese principe di questo sistema di formazione, che conta 800mila studenti ITS, con un tasso di occupazione al termine dei percorsi di circa 80%.

Cos’è la dote scuola

La Dote scuola è un aiuto concreto per l’educazione dei giovani in Lombardia.

La dote scuola si rivolge alla persona, come aiuto concreto per sostenere l’educazione dei giovani. Non si può prescindere dal partire dall’educazione come fondamenta di un percorso scolastico o professionale. Concetto ribadito anche dall’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Melania De Nichilo Rizzoli.

Con la delibera, sono previsti importanti finanziamenti in favore dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), sugli Istituti Tecnici Superiori (ITS) e sui corsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS).